MEDICINA – INTRODUZIONE med
In quanto scienza avente il fine di tutelare la salute pubblica, la medicina si impone di ricercare costantemente soluzioni atte a migliorare il benessere fisico e psico-fisico generale. Benessere inteso sia dal punto di vista medico, migliorando l’assistenza al paziente nella procedura diagnostica e terapeutica della malattia, sia dal punto di vista umano, migliorando l’assistenza al paziente in quanto persona. D’altra parte, l’aspetto economico è un fattore rilevante con cui la ricerca medica deve fare i conti: in tutto il mondo le spese mediche crescono a dismisura tra assistenza, prevenzione e cura delle malattie, riabilitazione, formazione, dispositivi medici e prestazioni associate al loro utilizzo. E, naturalmente, quello medico non è un settore in cui sia possibile non investire.

Adattando nuove strategie innovative, oggi è possibile migliorare l’assistenza ai pazienti e al contempo mantenere o aumentare la redditività. La svolta arriva con le nuove tecnologie di stampa 3D: i recenti progressi in velocità, risoluzione, accuratezza, affidabilità e materiali disponibili hanno ampliato le sue possibilità di utilizzo in ambito clinico. In particolare, la stampa 3D è già applicata nel campo della chirurgia orale e maxillofacciale (che comprende l’odontoiatria e la chirurgia ortopedica di mascella e mandibola, viso e cranio) e nel campo del sistema muscolo-scheletrico.

 

SFIDA
Permettere una migliore gestione della malattia e del suo impatto sul paziente, migliorando la qualità della vita, con conseguente riduzione dei costi delle procedure terapeutiche rispetto alla medicina tradizionale.

 

SOLUZIONE
La nostra stampante 3D professionale 4PRINT offre la rivoluzionaria possibilità a medici, ricercatori e produttori di apparecchiature mediche di visualizzare procedure cliniche in modo più preciso e approfondito, di testare idee rapidamente e di personalizzare la terapia dei pazienti e l’assistenza sanitaria. La produzione di nuove protesi, impianti medici, guide chirurgiche, modelli di organi sono una realtà ora possibile grazie alla stampa 3D.

Nel dettaglio, le applicazioni della 4PRINT in ambito medico:

  1. Chirurgia: planning chirurgico pre-operatorio e intervento chirurgico vero e proprio di casi clinici complessi;
  2. Protesi e riabilitazione;
  3. Comunicazione tra medici e con il paziente;
  4. Training per i medici;
  5. Innovazione dei dispositivi medici attraverso la prototipazione rapida.

 

RISULTATI

  1. Miglioramento degli esiti clinici dovuto a:
    • Maggior precisione;
    • Riduzione della tempistica delle procedure terapeutiche;
    • Personalizzazione della cura;
  2. Riduzione dei costi delle procedure terapeutiche;

 

SOLUZIONE

  1. La stampa 3D aiuta i medici a pianificare un intervento chirurgico, riducendo i tempi operativi e aumentando il recupero dei pazienti. Dall’anatomia di un paziente in prospettiva 2D (TAC, ecografia, radiografia o risonanza magnetica) risulta complesso prevedere alcuni scenari e, quando la pianificazione non va come previsto, la durata della procedura e i costi aumentano, così come il tempo di recupero del paziente. Con l’ausilio della tecnologia tridimensionale, invece, si riscontrano una diminuzione dei rischi dell’intervento e un netto miglioramento dei risultati clinici grazie alla visualizzazione in 3D della zona del paziente da trattare e ai modelli stampati in 3D perfettamente reali, che permettono di perfezionare il proprio approccio terapeutico ben prima di iniziare ad operare. Prepararsi in sadaanticipo sull’anatomia effettiva di un paziente e sui suoi bisogni clinici, sia tramite modello tridimensionale sia tramite stampa 3D, per il medico costituisce un valore aggiunto alla comprensione clinica del caso, aumenta la sicurezza dei medici e dell’intero staff e permette lo studio di cure personalizzate.

Inoltre, la stampa 3D viene in aiuto non solo nella fase preparatoria all’intervento chirurgico, ma anche sul campo in sala operatoria, tramite guide chirurgiche per facilitare il taglio o la navigazione chirurgica e la produzione di strumenti chirurgici personalizzati.

L’utilizzo delle guide consente di assistere il chirurgo durante il posizionamento di ciascuna vite permettendogli di seguire una traiettoria precedentemente pianificata. Ciascuna guida viene realizzata a partire dalle immagini TC del paziente, utilizzando una stampante 3D, e presenta multipli punti di contatto con la superficie ossea vertebrale che ne favoriscono la stabilità e il corretto posizionamento

  1. In ambito medico, la stampa in 3D di protesi e tutori è il filone più avanzato e quello in grado di creare un immediato e positivo rapporto tra costi e benefici. Sul fronte dei costi la produzione di protesi attraverso stampanti 3D abbassa concretamente le spese, spesso coperte solo in parte dalle assicurazioni sanitarie e spesso non completamente adatte alle specifiche necessità e caratteristiche dei singoli pazienti. La protesi stampata in 3D presenta notevoli vantaggi rispetto ai modelli tradizionali: oltre al fattore economico, è progettata, personalizzata e realizzata appositamente per il singolo paziente, ha ottime funzionalità e mobilità, leggerezza, resistenza dei materiali e, in caso di rottura, può essere sostituita in tempi brevi e con la minima spesa.

Si riscontrano inoltre importanti novità anche nel campo delle fratture. Sono stati testati con successo tutori che si possono applicare in sostituzione del gesso con l’obiettivo di migliorare il comfort del paziente durante la convalescenza e abbreviare i tempi di guarigione. I vantaggi sono notevoli: leggerezza, presenza di materiale plastico che garantisce impermeabilità e maggiore traspirazione rispetto al gesso grazie ad una rivoluzionaria struttura a fori, oltre alla totale personalizzazione del tutore che, essendo realizzato sulla base del modello anatomico tridimensionale della zona interessata, ricavato da TAC, radiografie, ecc., viene stampato in modo perfettamente conforme alla situazione clinica del singolo paziente e alla sua struttura corporea.

  1. Il medico si avvale di nuovi strumenti di comunicazione più chiari ed efficaci, in quanto maggiormente comprensibili ed intuitivi. La possibilità di visualizzare il modello tridimensionale degli organi interessati e di stamparli in 3D agevola notevolmente la discussione generale e collettiva tra medici di un caso clinico, che possono confrontarsi professionalmente e comprendersi in modo più rapido ed efficace.

Migliora inoltre la comunicazione con il paziente e con i familiari, fattore di fondamentale importanza; la medicina infatti non può essere considerata solo scienza naturale, ma anche scienza umana. È dimostrato che, se il paziente riesce a comprendere appieno il modo in cui si svolgerà l’intervento, specie grazie all’ausilio di pezzi stampati in 3D che può egli stesso toccare con mano, aumenterà la propria consapevolezza e la fiducia nel medico, nonché potrà procedere in tal modo a firmare il suo consenso di paziente che risulterà davvero informato.

  1. L’utilizzo della stampa 3D per la formazione del team medico e sanitario migliora l’apprendimento e minimizza i costi. Con la 4PRINT si possono creare modelli anatomici realistici, precisi e versatili in meno tempo e con costi ridotti. Senza modelli clinicamente rilevanti, medici e studenti perdono tutti i benefici di un’esperienza diretta e, di conseguenza, lo sviluppo del tirocinante richiede più tempo e richiede molte osservazioni di apprendistato prima di acquisire le competenze e le conoscenze necessarie. L’utilizzo di modelli realistici stampati in 3D come supporti didattici permette di riprodurre l’anatomia complessa e variabile del corpo umano senza dover ricorrere a animali, cadaveri o modelli anatomici di scorta, evitando così l’impiego di modelli di formazione medica costosi.
  2. Stampando in 3D i prototipi dei dispositivi medici o degli strumenti chirurgici è possibile revisionare e adattare i prodotti sulla base di test effettuati sul campo e sul feedback ricevuto, eliminando più velocemente gli errori nel ciclo di progettazione e diminuendo notevolmente tempi e costi di produzione. Le soluzioni di stampa 3D forniscono la flessibilità per ottimizzare i progetti velocemente e in modo efficace, permettendo così di convalidare e verificare i prodotti in anticipo e lanciarli sul mercato in tempi più rapidi.

 

RISULTATI

  1. Dalle analisi statistiche effettuate, si stima che i dispositivi e le procedure legate alla stampa 3D in ambito medico aumentino il successo del risultato clinico finale rispetto ai metodi convenzionali. I principali indicatori di efficacia riportati sono la precisione, la tempistica e la personalizzazione.
  • Notevole miglioramento della precisione chirurgica, in quanto gli ausili stampati in 3D utilizzati per la pianificazione preoperatoria e l’intervento chirurgico, come modelli anatomici, guide chirurgiche e strumenti chirurgici personalizzati, forniscono una migliore informazione al chirurgo sul sito operativo e ne guidano la mano durante l’intervento, venendo in aiuto anche in caso di eventuali cambiamenti del sito operativo per perdita di sangue, infiammazione o estetica.
  • Notevole miglioramento della precisione di protesi e tutori, in quanto la tecnologia 3D permette una perfetta aderenza e compatibilità con l’anatomia di ogni singolo paziente.
  • Le revisioni riscontrano un’eccellente riduzione della tempistica in ogni fase della procedura chirurgica, da quella preparatoria all’intervento chirurgico in sé, dal trattamento terapeutico al successivo recupero del paziente nella fase post-chirurgica (ad un intervento chirurgico più breve corrispondono una diminuzione della perdita di sangue e, di conseguenza, un recupero clinico più rapido).
  • Oltre all’ambito chirurgico, anche nel campo delle fratture l’efficacia delle protesi e dei tutori stampati in 3D riduce notevolmente i tempi della fase riabilitativa del paziente.
  • Altro indicatore di efficacia significativo è la personalizzazione della cura. Dispositivi terapeutici stampati in 3D come tutori o protesi offrono la promessa di rivoluzionare l’industria medica e la pratica clinica, in quanto vengono progettati sulla base delle variazioni anatomiche individuali dei singoli pazienti e sono dunque in grado di soddisfare qualsiasi requisito unico. Inoltre, anche il fattore estetico è importante: protesi e tutori realizzati con la stampa 3D possono essere personalizzati su richiesta per soddisfare e mettere a proprio agio il paziente in riabilitazione, influenzando positivamente il suo stato psicologico (si pensi all’importanza di ciò in caso di bambini).

 

  1. Le statistiche parlano di una notevole riduzione dei costi delle procedure terapeutiche. La singolarità del settore sanitario è che deve adattarsi con una specificità molto accurata ad ogni paziente e, proprio per questo, le procedure sono costose e le risorse limitate. Questi vincoli possono essere superati con l’uso della tecnologia di stampa 3D che stampa un pezzo unico, completamente personalizzato e ad un costo accessibile.