Svariati materiali vengono utilizzati nel mondo della stampa 3D a FDM, questi materiali per essere trasportati e utilizzati nelle nostre macchine, devono essere lavorati in modo tale da diventare dei veri e proprio fili con diametri da 1.75mm oppure 3mm, successivamente questi filamenti vengono “arrotolati” in delle bobine per poi essere venduti al cliente finale.

Così una volta diventati dei fili la nostra macchina potrà fonderli all’incirca intorno ai 200°C, e creare strato per strato un’idea per renderla un oggetto fisico. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’

Questa guida nasce per spiegare quali tipi di materiali 4DOITaly tratta, e ci teniamo a sottolineare che trattiamo solo materiali controllati, di qualità e assolutamente atossici, per garantire un’esperienza per l’utente finale, sicura e soddisfacente, perchè i materiali che lavorano sulle nostre macchine sono importanti perchè determinano la durata delle nostre stampanti 3D.

 

 


PLAverde

L’acido polilattico o PLA è uno trai termopolimeri più utilizzati nel mondo della stampa 3D, perchè è un materiale che possiede un’ottima adesione al piano di stampa e non è nocivo dato che deriva da materiali contenenti zuccheri assolutamente naturali, come per esempio il mais e la barbabietola (Per produrre 1kg di PLA vengono utilizzati circa 2,5kg di mais)

Esso è biodegradabile e compostabile, significa che si possono decomporre in parti molto piccole, grazie a un’attività biologica e ai mutamenti nella struttura chimica del materiale, e a determinate condizioni si decompongono totalmente, non lasciando nessun residuo visibile o tossico
Un ramoscello di quercia, ad esempio, non è compostabile perchè si decompone troppo lentamente. In altre parole, il compostaggio è il processo completo di biodegradabilità.

Possiede una resistenza meccanica ed elastica non elevata a sforzi prolungati, ma è un materiale eccellente per qualsiasi utilizzo che non debba sostenere elevati sforzi.
Questo materiale è un vero e proprio amico dell’ambiente e 4DOITaly segue accuratamente ogni processo della sua realizzazione sino alla vendita che potete trovare a QUESTO LINK

Temperatura raccomandata di estrusione trai 200°C e i 220°C

 


PLA Fluorescentefluorescente

Il PLA Fluorescente è un normale acido polilattico solo che possiede dei colori molto più accesi e luccicanti complessi da trattare per la creazione del filo, anch’esso è un materiale che possiede un’ottima adesione al piano di stampa e non è nocivo dato che deriva da materiali contenenti zuccheri assolutamente naturali, come per esempio il mais e la barbabietola (Per produrre 1kg di PLA vengono utilizzati circa 2,5kg di mais)

Esso è biodegradabile e compostabile, significa che si possono decomporre in parti molto piccole, grazie a un’attività biologica e ai mutamenti nella struttura chimica del materiale, e a determinate condizioni si decompongono totalmente, non lasciando nessun residuo visibile o tossico
Un ramoscello di quercia, ad esempio, non è compostabile perchè si decompone troppo lentamente. In altre parole, il compostaggio è il processo completo di biodegradabilità.

Possiede una resistenza meccanica ed elastica non elevata a sforzi prolungati, ma è un materiale eccellente per qualsiasi utilizzo che non debba sostenere elevati sforzi, viene molto utilizzato per progetti artistici o per evidenziare dei componenti.

Esso NON si illumina al buio ma possiede un colore molto acceso e sgargiante.
Questo materiale è un vero e proprio amico dell’ambiente e 4DOITaly segue accuratamente ogni processo della sua realizzazione sino alla vendita che potete trovare a QUESTO LINK

Temperatura raccomandata di estrusione trai 200°C e i 220°C

 


PLA + Polvere di Alluminioalluminiio

Ed ecco che iniziamo a parlare di materiali che entrano nel tecnico, il PLA normale caricato con polvere di alluminio presenta le stesse caratteristiche del PLA a differenza di una resistenza meccanica maggiore, così da permettere di utilizzare questo materiale per componenti meccanici, da ricordare però che è pur sempre un PLA rafforzato e non Alluminio puro.

E’ composto da polvere di Alluminio e da PLA.

Esso è biodegradabile e compostabile, significa che si possono decomporre in parti molto piccole, grazie a un’attività biologica e ai mutamenti nella struttura chimica del materiale, e a determinate condizioni si decompongono totalmente, non lasciando nessun residuo visibile o tossico
Un ramoscello di quercia, ad esempio, non è compostabile perchè si decompone troppo lentamente. In altre parole, il compostaggio è il processo completo di biodegradabilità.

Possiede una resistenza meccanica maggiore, e un effetto finale visivo molto piacevole simile all’alluminio, sicuramente un materiale da provare anche per i più curiosi.

Questo materiale è un vero e proprio amico dell’ambiente e 4DOITaly segue accuratamente ogni processo della sua realizzazione sino alla vendita che potete trovare a QUESTO LINK

Temperatura raccomandata di estrusione trai 200°C e i 220°C

 


PLA + Polvere di Grafitegufonero

Il PLA normale caricato con polvere di grafite presenta le stesse caratteristiche del PLA a differenza di una resistenza meccanica elevatissima, così da permettere di utilizzare questo materiale per componenti meccanici e strutturali e sottoporlo a sforzi maggiori rispetto a molti altri materiali simili, da ricordare però che è pur sempre un PLA rafforzato e non Grafite pura.

E’ composto da polvere di Grafite e da PLA.

Esso è biodegradabile e compostabile esso significa che si possono decomporre in parti molto piccole, grazie a un’attività biologica a ai mutamenti nella struttura chimica del materiale, e a determinate condizioni si decompongono totalmente, non lasciando nessun residuo visibile o tossico
Un ramoscello di quercia, ad esempio, non è compostabile perchè si decompone troppo lentamente. In altre parole, il compostaggio è il processo completo di biodegradabilità.

Possiede una resistenza meccanica maggiore rispetto al PLA+Polvere di Alluminio, e un effetto finale visivo scuro, sicuramente un materiale da provare anche per i più curiosi.

Questo materiale è un vero e proprio amico dell’ambiente e 4DOITaly segue accuratamente ogni processo della sua realizzazione sino alla vendita che potete trovare a QUESTO LINK

Temperatura raccomandata di estrusione trai 200°C e i 220°C

 

Speriamo che con quest’articolo alcuni dubbi riguardo a questi materiali abbiamo trovato risposta, se così non fosse vi invitiamo a contattarci per ulteriori domande o anche solo per precisazioni, così da tenere in costante aggiornamento questo articolo.